Acitrezza: la pessima cartolina per il turista

Un cartolina di Acitrezza che Verga non avrebbe voluto vedere

Meta di turisti durante l’estate ma anche nei periodi freddi, il luogo de “I Malavoglia” di Verga e del mitico Polifemo. A Trizza, con la sua antica e notevole tradizione potrebbe vivere solo di turismo, intendiamoci, quello vero e genuino.

Purtroppo, ancora una volta, l’amministrazione non riesce a gestire o imporre la gestione a regola d’arte. Di fatto, lo spettacolo che turisti e trizzoti sono costretti a vedere la mattina è quello di una località piena di sacchi dell’immondizia abbandonati sul marciapiede, spazzatura ovunque.

Nel centro storico di Acitrezza la raccolta viene fatta porta-porta, rigorosamente indifferenziata, semplicemente il cittadino lascia il sacchetto della spazzatura fuori dalla porta e il piccolo camion della nettezza urbana lo raccoglie. Modalità utilizzata anche in altre località dove le strade, a causa della ridotta larghezza, non permettono la circolazione dei grandi camion.

Non si capisce se il problema sono le persone che non rispettano l’orario di conferimento oppure gli orari di passaggio del Camion della nettezza urbana.

Il risultato: alle 10.00 di mattina, le strade sono piene di sacchi della spazzatura ed i passanti neanche riescono a camminare sul marciapiede. I cittadini più “nobili” non aprono neanche la porta di casa ma lasciano il sacchetto appeso ad un filo dal balcone, ad un metro da terra.

Certamente un cartolina di Acitrezza che Verga non avrebbe voluto vedere. L’Amministrazione dovrà dare risposte o aumentare i controlli.

Fonte: www.lurlo.info